Navigazione veloce

La Nobile alla premiazione concorso letterario Centro Astalli

20191030_100723La classe 1°A, in rappresentanza del nostro Istituto, si è oggi unita agli oltre mille studenti provenienti da tutta Italia, che hanno affollato l’imponente Auditorium dell’Istituto Massimo di Roma per assistere alla premiazione dei concorsi letterari promossi dal Centro Astalli, nell’ambito dei progetti per le Scuole “Finestre” e “Incontri”: “La scrittura non va in esilio” per le Scuole Superiori, giunta ormai alla XIII edizione e la V edizione di “Scriviamo a colori” per le scuole medie. Il giornalista RAI Giovanni 20191030_105626Anversa ha presentato l’evento che è stato animato da numerosi ospiti: P. Camillo Ripamonti (Presidente Centro Astalli), Flavia Cristiano (Direttrice del Centro per il Libro e la Lettura – MiBAC), Andrea Monda (Direttore de L’Osservatore Romano), P. Giovanni La Manna (Rettore dell’Istituto Massimo), Melania Mazzucco (scrittrice), Aboubakar Soumahoro (sindacalista e scrittore), Sabika Shah Povia (giornalista, membro dell’Associazione Carta di Roma), Takoua Ben Mohamed (graphic journalist), Phaim Bhuiyan (attore e regista), Sara Jane Ceccarelli (cantante e autrice), Paola Michelini (attrice); particolarmente apprezzati ed applauditi dai ragazzi gli interventi musicali del ballerino e coreografo Sonny Olumati e del rapper Tommy Kuti.

20191030_105602

Oltre a portare la loro esperienza personale e professionale, su temi fondanti quali l’accoglienza, l’integrazione ed il rispetto della diversità, gli Ospiti hanno anche premiato i giovani vincitori, i cui racconti sono stati selezionati fra oltre 500 elaborati pervenuti alle due giurie. Secondo pari merito per il concorso “Scriviamo a colori”, il nostro ex alunno Loris Masala (3B) ora studente del Liceo scientifico Volterra, a cui vanno le nostre più sincere congratulazioni e l’augurio di continuare a dare forma e vita, con le parole, alle sue emozioni e riflessioni. Tutti gli elaborati sono pubblicati sul sito Astalli e quelli dei vincitori hanno ricevuto il gratificante riconoscimento di essere pubblicati anche sull’edizione di oggi de ”L’Osservatore Romano

20191030_12083520191030_194016Durante l’evento, il nostro Istituto ha ricevuto anche il gradito riconoscimento di “Scuola Amica dei Rifugiati”, ritirato dalla prof.ssa Roberta Di Bartolo, che insieme alla prof.ssa Paola Leoni, é la referente dei Progetti Astalli della nostra Scuola; l’attestato é dedicato a tutti quegli Istituti che si sono distinti per il loro impegno nel promuovere percorsi di cittadinanza attiva tra gli studenti, volti alla sensibilizzazione e all’impegno concreto per la costruzione di una società più umana e più giusta. Nello scorso a.s., la nostra Scuola, in occasione della Giornata della Memoria, ha infatti voluto offrire ai propri alunni un percorso di riflessione attraverso l’allestimento di una installazione/percorso immersivo “Qui non ho visto farfalle: l’arte e la poesia dei bambini di Terezin” (realizzato dalle docenti Digilio e Di Bartolo) e una cerimonia simbolica di “posa delle scarpe”, a ricordo del Memoria sull’Olocausto memoriale dell’Olocausto, realizzato a Budapest da Can Togay insieme allo scultore Gyula Pauer (vedi nella sezione del sito “I nostri video”)

Tre,due,uno…via! – Racconto di Loris-Masala - 2° classificato V edizione “Scriviamo a colori”